da Comedor

La delegazione peruviana a Pisa!

Dal 31 gennaio al 14 febbraio abbiamo avuto il grande piacere di ospitare i nostri amici e partner peruviani dell'associacione Musuq Illary, Padre Luis Bejar e Fredy Quispe, rispettivamente coordinatore del progetto e psicologo dell'I.E.P. "Giordano Liva".

Il loro soggiorno pisano è stato reso possibile grazie al progetto Erasmus+ "Ka2gether: reducing distances through youth empowerment", al cui interno era prevista una fase di job shadowing (affiancamento) di due membri dell'associazione peruviana presso la nostra associazione. Dopo le due settimane pisane, Padre Luis e Fredy, insieme alla delegazione della nostra associazione composta dai volontari Francesco, Barbara e Viola, si sono recati a Saragozza per partecipare al seminario conclusivo del progetto "Ka2gether".

Altro
da Comedor

Scuola di Italiano 2016-2017: si parte alla grande!

Il 17 ottobre sono iniziate le lezioni della Scuola di Italiano per migranti El Comedor. Come l'anno passato, i corsi si tengono nei locali messi a disposizione dal seminario arcivescovile S. Caterina d'Alessandria, in via San Zeno, 2.

Il primo giorno di lezione gli studenti e le studentesse erano tantissimi! Disposti in cerchio, gli insegnanti volontari li hanno accolti e attraverso delle attività ludiche tutti si sono presentati, dicendo il proprio nome e il paese di provenienza. Tutti gli aggettivi di nazionalità  e i relativi paesi sono stati quindi scritti alla lavagna, permettendo agli studenti di copiarli sul proprio quaderno.

Altro
da Comedor

La nostra 15^ Solidarista

L'11 giugno 2016 si è svolta in Piazza Martiri della Libertà (o Piazza Santa Caterina per i pisani!) la 15^ edizione della nostra festa annuale: Solidarista.

Questo importante compleanno è stato festeggiato nei migliori dei modi, in un bellissimo contesto di armonia, colori e musica. Le persone che hanno partecipato all'iniziativa sono state tante, dai grandi ai più piccoli, prendendo parte a numerose attività che hanno spaziato dall'informazione sociale, con la Tavola Rotonda dal titolo "Muri e password: i nuovi scenari della migrazione nell'era digitale"; allo sport, con la dimostrazione di judo del gruppo sportivo dell'Unione Ciechi di Pisa; all'educazione, con il laboratorio sui diritti degli animali di Legambiente; al divertimento, con lo spettacolo col fuoco di Simone Modafferi e e le esibizioni di acrobatica aerea della scuola MixArt di Pisa; all'arte, con la premiazione dei vincitori del concorso fotografico "La dignità di esistere" organizzato dal circolo Vividi Contrasti a sostegno dei nostri progetti; per finire con la musica, con le note allegre di Progetto Sanacore e SuRealistas.

Altro

Nuovo anno, nuova scuola!

Il 7 marzo la campanella della scuola primaria “Giordano Liva” è suonata nella nuova e bellissima struttura di Juliaca, che attualmente ospita 163 bambini e bambine tra i 6 e gli 11 anni. Ne dà annuncio Padre Luis Humberto Bejar, presidente dell’Asociaciòn Musuq Illary , con cui dalla fine del 2015 abbiamo stretto una nuova e promettente collaborazione.

“Hoy los/as Invito al comienzo del año escolar en nuestra escuela Giordano Liva. Hoy nos sentimos bendecidos, desde la tarea, junto a todos/as que día a día vendrán a acompañar a los niños/as. Gracias al Señor y a Manuel y Giordano que nos acompañan desde el Padre. P. Luis.”

La struttura è in realtà nata per essere un Centro Polivalente, e questa è la forza del patto di collaborazione tra la nostra associazione, l’Asociacion Civil Giordano Liva di Caracoto e Musuq Illary. Infatti, mentre per il momento è utilizzata solo per svolgere le attività educative della scuola primaria “Giordano Liva”, in futuro potrà ospitare attività a favore di adolescenti e giovani ed essere affittata come sala conferenze o per feste, al fine di garantire sostenibilità economica all’intero progetto.

Altro

Una nuova scuola per i bambini di Caracoto

A Caracoto si è concluso da pochi giorni l’anno scolastico ed i bambini si apprestano a trascorrere le meritate vacanze.

Siamo ancora una volta estremamente contenti degli sviluppi che ci sono stati, dal punto di vista educativo grazie alla collaborazione di risorse extrascolastiche e dei volontari italiani che per sei mesi hanno condiviso i percorsi formativi della scuola si sono incrementate le attività didattiche, le esperienze nei lavori di laboratorio e si è instaurata una maggiore condivisione e dialogo tra insegnanti, bambini e genitori per renderli sempre più parte attiva nel processo di crescita dei propri figli.

Anche dal punto di vista dell’educazione alimentare è stata perseguita la collaborazione con lo staff di nutrizioniste che hanno realizzato dei percorsi orientati allo sviluppo ed alla crescita dei bambini stessi.
 

Altro